Cos’è e come si forma l’ernia del disco

trattamento osteopatico
Osteopatia, vi spiego cos’è la tecnica in lateralità
12 Novembre 2020
biomeccanica corpo umano
Il mio 2021 inizia tra biomeccanica, postura e movimento
3 Gennaio 2021
Show all

Cos’è e come si forma l’ernia del disco

mal di schiena
Cos’è e come si forma l’ernia del disco? In questo video provo a spiegarlo in modo semplice con l’aiuto di un modellino. Quando l’anello fibroso più duro e resistente del disco intervertebrale si rompe, il nucleo polposo – che si trova all’interno del disco – fuoriesce del tutto o in parte (ernia), provocando un’infiammazione molto dolorosa.
Il nucleo polposo che si trova nei dischi tra le vertebre è una sostanza gelatinosa che ha la funzione di ammortizzare il nostro peso corporeo, ovvero il carico gravitazionale che si esercita tra le vertebre (per esempio quando saltiamo). Il nucleo polposo esercita quindi una funzione fondamentale perché preserva la nostra colonna vertebrale.
L’ernia del disco non ha una natura genetica, ma è una problematica legata a ragioni di tipo posturale e meccanico. Ogni giorno, quando assumiamo una postura scorretta, tendiamo a ripetere degli errori che vanno a gravare sulle nostre strutture corporee, come tanti microtraumi che, con il passare del tempo, compromettono le strutture stesse.

Se ci abituiamo a stare seduti per ore in posizioni sbagliate, con il passare del tempo sottoporremo a un sovraccarico i dischi intervetebrali, usurandoli, finché il risultato sarà una protrusione o l’espulsione dell’ernia discale.
Ad eccezione di alcuni tipi di ernia particolarmente grande, non è detto che la fuoriuscita del nucleo polposo vada a comprimere direttamente la radice nervosa e le strutture nel canale spinale. Il cosiddetto “forame di coniugazione” che si crea tra le vertebre è più ampio del nervo e gli dà spazio, gli permette di spostarsi, tant’è che con la fuoriuscita dell’ernia la radice nervosa tende a trovare il suo posto; questo spiega perché solo una piccola percentuale di persone sia costretta a risolvere il problema operandosi.
Nella maggior parte dei casi quello che ci troviamo a trattare sono i blocchi vertebrali, che hanno generato edema da stasi e, di conseguenza, l’infiammazione del nervo radicolare. Nella mia esperienza ho riscontrato che dolori lombari, sciatalgie, ernie discali, derivano principalmente da comportamenti posturali sbagliati. E come spesso mi trovo a ribadire: “La causa di un dolore non va cercata là dove il dolore si manifesta” ma ha una serie di cause più complesse.
Il trattamento osteopatico serve a ridurre i dolori provocati dall’ernia discale. Dopo il trattamento sarà necessario ripetere costantemente gli esercizi posturali. Imparare a modificare le nostre posture scorrette è l’alternativa migliore alle problematiche come l’ernia del disco.
×

Ciao!

Fai clic qui sotto per chattare su WhatsApp o chiamami al 339 174 580

× Come possiamo aiutarti?