La sindrome dello stretto toracico

uomo azienda
Uomini e aziende: una metafora per capire il corpo umano
23 Maggio 2024
artrosi della spalla
Artrosi della spalla, cause e rimedi di una patologia comune
30 Maggio 2024
Mostra tutto

La sindrome dello stretto toracico

Con sindrome dello stretto toracico intendiamo quell’insieme di disturbi che provoca la compressione del fascio nervoso e vascolare che parte dal collo per andare all’arto superiore, incanalandosi attraverso un restringimento fisiologico provocato dall’incontro tra clavicola, coste e muscoli del torace.

Tra le strutture interessate dalla sindrome dello stretto toracico quella neurogena è la più comune. La compressione del nervo, infatti, si verifica nel 90% circa dei casi totali.

Questo insieme di nervi è detto plesso brachiale e comprende il nervo ascellare, muscolocutaneo, radiale, mediano e  ulnare: passano attraverso 3 muscoli detti “scaleni” che gli girano in torno come se fossero una cravatta. Questo è il primo punto di possibile impigment poiché tali muscoli – che partono dalla cervicale e arrivano sulla prima e seconda costa- vanno spesso in ipertono e contrazione essendo accessori alla respirazione; questo può portare un dolore neurotonico diffuso su tutto il braccio fino alle dita per via della compressione del plesso brachiale.

Il secondo punto di possibile impigment è costituito da due strutture: la clavicola che forma il tetto superiore e la prima costa che forma il pavimento al cui interno passa l’insieme di nervi.

Rispettivamente gli scaleni, la prima costa e la clavicola, con il relativo muscolo succlavio, possono andare incontro a rigidità, blocchi e ipomobilità nel 90% dei casi dovuti a posture statiche ripetute o a movimenti reiterati con gli arti tenuti sopra l’altezza delle spalle. Un esempio:  chi lavora in ufficio utilizzando un computer e una tastiera assume una posizione che alla lunga lo porterà ad utilizzare sempre meno una respirazione diaframmatica in favore invece di una respirazione accessoria, alzando le spalle e incassando il collo con conseguente chiusura in avanti delle spalle, che restringerà a sua volta lo stretto toracico.

La sindrome dello stretto toracico
Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Utilizzando questo sito web accetti la nostra Politica sulla protezione dei dati.
Scopri di più